mercoledì 24 marzo 2010

... Diabolik è comunista

Il re del terrore, l'assassino fantasma, l'incubo di Clerville e dintorni è schierato apertamente per la sinistra comunista maoista. No, non 'sto dando i numeri e non sono Berlusconi. La prova tangibile di questa scelta poltica è l'albo 24 del maggio 1974 (anno XIII) "Marchio di Fuoco". In quell'occasione Diabolik ed Eva si recano in uno stato "immaginario" ma ben identificabile con la Cina di Mao. E l'uomo in calzamaglia se ne esce con queste dichiarazioni: “Quel popolo vive davvero in modo diverso… vive nell’uguaglianza! Tutto appartiene a tutti” e la pesantissima chiosa finale “Cara, mi sono reso conto di una cosa! .. Là io non avrei ragione di esistere!”. Hai capito il Compagno Diabolik?

Nessun commento:

Posta un commento

E ancora...